Avete presente il monologo di Trainspotting?

Si, quello in cui “scegliete una vita…” e bla bla?
Ecco, a parte l’ultima parte sull’eroina, come non essere d’accordo?
Come posso non dirvi: voi scegliete il cazzo che vi pare?

Scegliete di andare ai centri commerciali a fare “una passeggiata” mentre fuori c’è il sole, fate fermare quel puttanone di vostra moglie davanti alla vetrina del negozio di animali per decidere se per la borsa per mettere dentro quel topo chiamato chihuahua è meglio il viola Lady Gaga o il rosa Justin Bieber. Girate come diversamente vivi a cercare la tuta acetata del Portsmouth per i vostri gemellini, che grazie al vostro amore ed alle vostre attenzioni, l’unica voce che ci sarà sul loro curriculum standard europeo preparato dallo zio “che ha fatto le magistrali” per farsi assumere al McDonald’s sarà:

– topi d’appartamento con mansione di violenza fisica contro eventuali inquilini anziani addormentati, occasionale coprofagia canina se presente nella casa ed alto elevato d’interazione con la Polizia di Stato.
Per referenze: Casa Circondariale di Regina Coeli.

Scegliete di farvi i capelli col crestino e simboli para-esoterici fatti col rasoio sulle tempie, fatevi tatuare sul braccio, in latino, il nome della prima donna che vi ha fatto un pompino e che avete accannato appena finì d’ingoiare, e sul collo la data di nascita di Totti in numeri romani. Continuate a sputare ogni tredici fottuti cazzo di secondi mentre aspettate il treno: dio non voglia vi aumenti improvvisamente la salivazione mentre siete in carrozza. Continuate a far suonare l’ultimo singolo di David Guetta feat. McStaCeppa a mille da quei cazzo di cellulari di merda: spero che un giorno, mentre siete in cinque/sei a fare i coatti a Testaccio, possiate incontrare Radio Raheem di “Do The Right Thing” in un momento davvero sbagliato, per voi che lo chiamate “Ehi biccola scimmia dudda sola!!” e per lui che proprio quel giorno ha deciso di sopportare tutti gli insulti razzisti che l’immaginAriano possa concepire, tranne “Ehi biccola scimmia dudda sola!!”. E che dallo stereo possano uscire solo schegge dei vostri denti e le note di Fight The Power.

Scegliete di tradire vostra moglie, la vostra ragazza, la vostra convivente con la prima che ve la fa annusare, solo per infilargli il cazzo tra le gambe e poi giustificarsi dietro le colpe degli altri, puntando il dito e scuotendolo. Erigetevi a paladini della giustizia, a grandi pulitori delle altrui anime, innalzatevi fino al livello di un dio terreno che tutto vede e tutto sente, ma solo se conviene e solo se è sotto al vostro stesso livello di decenza, che è un po’ quello dei politici secondo Woody Allen in “Io e Annie”. Insistete nel ritenervi migliori, nel considerarvi padroni del sapere assoluto, infallibile, divino. Continuate a credere di saper comunicare col prossimo, di poter rendere tutto più splendente con “un sorriso a tutti denti/freddo come il sangue dei serpenti” quando poi in quel cervello bacato che avete nemmeno vi arriva l’idea che possiate, potenzialmente e lo sottolineo, potenzialmente, essere delle emerite teste di cazzo.

Scegliete il vostro dio, la vostra religione. Potete decidere per quello invisibile descritto da George Cariln (RIP), decidete che sia lui a guidarvi, fatevi paladini della famiglia eterosessuale, del “niente aborto, ha già le unghie, è una vita, ha un’anima!”, gridate i vostri slogan da stadio sotto la finestra di un Papa morente e prendete calci le ambulanze con dentro “un’anima!”, picchiate i vostri figli nelle sperdute campagne del Fraccazzese in nome di Nostro Signore Gesù Cristo.
Oppure decidete per il vostro personale dio terreno: che sia muscoloso e poco importa se la cosa più vicina al congiuntivo che abbia mai avuto è stata un’infezione agli occhi, è il tronista di uominiedonne (la linea tratteggiata rossa sotto la parola “tronista” evidenzia che persino il mio Mac schifa quel genere di persone); che giochi in serie A e ti porti in giro sulla Porsche ultimo modello intrippato di merce come il protagonista di un gangster-movie messicano di serie B, e ‘sti cazzi se la cifra del suo quoziente intellettivo è inferiore a quella scritta dietro la sua maglia: è un portiere bravissimo; oppure vai ed abbraccia il politico, che sia la trasposizione reale di Cetto Laqualunque, che sia un ex presidente del consiglio di sinistra che tutto diceva e continua a dire, tranne qualcosa che di sinistra sia e che ora si trova a dover giustificare come mai molti suoi amichetti freak-chic siano improvvisamente pieni di soldi, che sia il dio degli dei, colui che ancora imperversa ovunque nonostante tutte quelle cose che di lui si dicono ma che non è vero, alt, meno male che c’è. Acchittatevi, fatevi dare 50€ e andate a “manifestare la vostra solidarietà” a quella sottospecie di essere umano che non merita nemmeno più la nostra attenzione, se ancora non affermasse che i giudici sono un cancro alla vigilia della giornata dedicata alle vittime del terrorismo, concentrata proprio sui giuristi morti per mano delle Br e non solo, e non facesse trascinare via e prendere a calci un povero vecchietto di 70 anni che chiedeva solo che fine aveva fatto la sua pensione.

Scegliete il cazzo che vi pare.
Pensate solo al tempo che state sprecando a correre dietro a cose che non vi porteranno a nulla che non sia la chiusura di un capitolo. Pensate “out of the box”, non a compartimenti stagni. Allargate le vedute, unite i pezzi, cercateli bene perché sono lì, a portata di mano.
E sfuggono via, “nessuna certezza mai, resti chiusa fra le dita..”.
Provate a comparare la vostra vostra vita, la vostra realtà, il vostro quotidiano, con le scelte che non avete fatto, le cose a cui avete rinunciato, i no che sarebbero dovuti essere si.

Are you ok?

[visto che qualcuno di voi mi ha detto che ha provato a commentare ma -beeeeeep!- no success, ho tolto l’obbligo di identificazione/registrazione. quindi se vorrete, sarà un piacere.]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.