È Stata Una Gran Giornata

In realtà, non è stata una gran giornata, ma chi capisce cazzi di film, intenderà.
Oggi non è stata una giornata.
Punto.
Nulla ho fatto, nulla ho ottenuto.
Ma a parte questo, non voglio dilungarmi che ho un finale di stagione di Fringe che mi aspetta, e di certo non perdo tempo con voi.
Ma questa è stata strana.
Poco fa, dopo un pasto veloce a base di prosciutto, grissini, tonno ed una banana che di banana aveva giusto la forma, visto sbucciandola avevo l’impressione di stuzzicare il pisello di Obama (c’ho pure aggiunto la Nutella. Se mettevo Barry White di sottofondo, vincevo il pistone d’oro), e insomma, dopo aver fatto una sega presidenziale al frutto, mi sbraco sul divano e mi metto a vedere “Piazza Pulita”, quello presentato dal sosia dello scienziato pazzo dei Simpsons, il Professor Frink. O almeno mi ci fa pensare.
Vabbè, insomma, ero seduto su quel fottuto divano quando, da brava persona nata morta, mi addormento.
Tac.
Di botto.
Il sottofondo delle parole del Professor Frink si mischiano con quelle del servizio successivo su Sabato, con le sirene e tutto.
Poi, non chiedetemi che cazzo di sinapsi ho, fatto sta che faccio un micro sogno:

sono dentro la mia camera, probabilmente nello stesso momento in cui sto anche dormendo sul divano. Ho una videocamera, guardo nello schermo digitale. Non so cosa sto riprendendo, ma so che sono solo. Giro per la mia stanza  mettendo avanti questa camera digitale, una camera nella camera.
[no non c’entra nulla, mi faceva ridere]
Insomma, dopo qualche secondo passato a riprendere il mio letto, i miei poster, le decine di dvd, le action figures di Lost, comincio ad indietreggiare verso la porta aperta.
Ribadisco, sono solo.
Mentre cammino lentamente all’indietro, sfilo con calma la mano dalla fascetta della videocamera in cui era saldamente ancorata, con l’altra mano la ruoto di centottanta gradi, come per inquadrarmi.
Mentre la giro, con la mano ormai libera dalla fascetta ruoto lo schermo per vedermi mentre mi inquadro.
Appena poggio lo sguardo sullo schermo, dalle mie spalle spunta Lei.
È appena uscita dalla doccia, ha i capelli ancora bagnati ed un enorme asciugamano bianco la copre da poco sopra il seno fino alle ginocchia.
Sorride, sorride con tutto il corpo.
-Ma ciao!!-, dice con la sua cadenza da farti sciogliere.
Per essere sicuro, distolgo lo sguardo per essere sicuro che Lei sia davvero lì.
E faccio appena in tempo a guardarla negli occhi, a sentire il suo respiro fresco in faccia ed il calore della doccia ancora sulla sua pelle, che vaffanculo mi son svegliato.
Ovviamente.
Frink blaterava ancora qualcosa, il mio cuore batteva ben più forte del normale.
Ho sbarrato gli occhi, e son venuto qui a scrivere.

Fine.

[Corrado Formigli, quello che ha litigato con La Russa. E pure con Santoro, a quanto pare.]

[ah, scusate, ma parlo del mio blog. sulla destra, c’è la colonnina dei followers da Facebook. magari, una cliccatina.. e non dite che vi vergognate, che tra i vostri likes c’è Michael Jackson e True Blood. su, dai su!!]

One thought on “È Stata Una Gran Giornata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.