La Settimana Enigmatica

Mi ricordo che uno dei miei giochi preferiti, sulla Settimana Enigmistica, è sempre stato “Il Bersaglio”.

Parti da una parola all’esterno, e la colleghi ad un’altra, magari per anagramma, significato, opposto, togliendo o aggiungendo delle lettere.
Insomma, di base è un gioco ad incastri, a domino.
Azzecchi la prima, studi un po’ le altre, trovi la seguente, e piano piano è tutto sempre più facile.
Ecco, la settimana che inizia domani sarà un po’ così, con l’aggiunta del fattore umano.
Si perché un conto è arrivare al passo successivo seguendo una logica inattaccabile: quella è la parola iniziale, una sola la può seguire, a sua volta questa può essere seguita solo da un’altra.. e così via.
Un conto, invece, è dover affrontare tre possibili situazioni:
– far seguire parole giuste dopo e prima di altre parole altrettanto giuste, ovvero fare un discorso coerente avendo di fronte un’altra persona, che interagisce;
– agire in un certo modo e dover attendere una reazione, per capire quale azione intraprendere di conseguenza;
– dover combinare parole e gesti in un unico conteste, alternandoli e calibrandoli nel modo giusto.
In una sola parola, interagire.
Ma ‘sta settimana s’interagisce serio, con parole che diventano serie e gravi, e gesti che potrebbero tracciare linee definitive, situazioni che potrebbero cambiare un bel po’ di te, e del tuo rapportarti col prossimo.
Io sono tranquillo, perché so cosa voglio.
O almeno ci credo fortemente, come non facevo da un po’.
E questo mi pareggia col mondo, parto con handicap zero e sulla stessa linea di tutti gli altri.
Ma soprattutto, sono pronto alla sconfitta, su uno o più fronti.
Non che la cosa la prenda alla leggera, ma di sicuro è compresa nel risultato finale.
So che è lì, l’agghiacciante e paralizzante mostro della sconfitta, pronto a ghermirmi ancora, il suo svuotarmi di tutto per riempirmi di frasi tristi e sguardi vacui è ormai routine, per fare di me un piccolo uomo depresso dalla vita.
Ma ‘sto giro so come affrontarlo, e magari anche ucciderlo per farlo rinascere, com un alba serena dopo una notte d’inferno.

Speriamo che, almeno le cose a cui tengo di più, vadano in Porto.

[nuova grafica. visto che non rispondete mai, lettori ingrati ma curiosi, prenderò il vostro silenzio come un “oh mio dio è minimal al punto giusto”.]

7 thoughts on “La Settimana Enigmatica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.