Buon Quello

 

Caro Babbo, Nonno, Zio o comunque parente Natale,

quest’anno non è che voglia granché. L’anno che si sta lentamente spegnendo come Welby, ma che di staccare la spina proprio non ne vuole sapere, mi ha già dato abbastanza. Non son state tutte cose così positive eh, quindi per casa mia non passarci proprio.

Dato che quest’anno, alla fine, ha fatto un po’ cagare, a me non pensarci: pensa ai parenti di quei due fratelli Senegalesi morti a Firenze pochi giorni fa. Pensa alle famiglie degli operai su quella gru a Milano, e pensa pure agli operai stessi. Fai un salto al Sud, fatti un giretto nelle fabbriche vuote, passa nelle case di chi è in cassa da ANNI, che mi sa che lì non passi mai. Fai visita a chi è fermo su una sedia a rotelle e si vede portar via gli assistenti, a chi è in ospedale e non viene nemmeno curato, a chi in ospedale forse non ce la farà mai ad arrivare. Schiocca il fustino su quei quattro cavalli cornuti e vai sotto i ponti, ai lati delle stazioni, nei campi nomadi, nelle case popolari. Bevi il latte nelle mense della Caritas, e non preoccuparti se sei uno schizzinoso che i poveri zozzi non li può avvicinare: ormai è pieno di gente come me, i miei genitori, gente come il “popolo”. Scendi dalla slitta e prendi la bici, poi prova a farti un giro per Roma: prova a non insultare nessuno, prova a non morire schiacciato da una madre nervosa perché non trova  la Wii per il figlio, che manco era previsto. Maledetti preservativi.
Ecco, già che ci sei, fai una bella scorta di Durex e lasciali a quelli che ogni anno sfornano ragazzini per poi usarli come antistress, a parole e schiaffi. Portali a quelli che ancora dicono “i negri ce rubbano er lavoro”, a quelli che non sopportano il prossimo, a chi non ride mai, così evitiamo di generare altra feccia. Anche se fossi costretto ad andare ad accorciare il cazzo a tutti i cannibali del Congo.
Fai passare un giorno di incertezze a chi è sempre sicuro di tutto, un giorno di povertà a chi è avido, un giorno rabbia a chi è sempre troppo calmo, un giorno di paura a chi si atteggia sempre ad impavido, un giorno di astinenza a chi è un porco, un giorno di solitudine a chi deve per forza essere sempre al centro di tutto.

Quando sarai lassù, domani sera, a scrutare il nostro Bel Paese, quando starai per decidere dentro quale casa entrare per iniziare il tuo giro.. lascia stare quelle illuminate, quelle con i biscotti pronti per te davanti al camino finto con fiamme a video e calore freddo, evita quelle con dentro gente che sorride. Vai da chi è triste, da chi è solo, da chi è al buio, da chi “un altro anno come questo e mi sparo”, da chi ha mollato, da chi sta per farlo, da chi è malato, da chi è stato lasciato, da chi non ha più nulla.
Fai passare un anno di tranquillità a chi ha sempre mille pensieri, un anno di amore a chi non ha mai nessuno, un anno di coraggio a chi è sempre spaventato, un anno di domani a chi potrebbe non averne, un anno di si a chi si sente dire sempre di no, un anno di sesso a chi è impotente, un anno di corse a chi non può muoversi, un anno di ferie a chi lavora troppo, un anno di sempre a chi non ha mai.

Guarda, un paio di richieste invece te le faccio: vai, da parte mia, da chi ho fatto star male anche solo un secondo, e digli che mi dispiace. Trasforma per loro i miei silenzi in parole dolci e calde, le mie urla in sospiri, la mia rabbia in tranquillità.
E fammi capire, in qualche modo, quanto possa essere pronto ad affrontare altri trecentosessantacinque giorni. Per il resto fai te, io sto bene così. Gira a largo, e pensa a chi ha davvero bisogno di essere pensato.

 

Buon tutto a tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...