L’Altra Metà Del Cielo

Solve It.

 

Sarà che io vi ho sempre voluto bene. Da sempre.
Sarà stato il mio retaggio, sarà che da piccolo preferivo far finta di cucinare con le pentoline a casa di zia piuttosto che scendere giù a sbucciarmi le ginocchia. Guardavo “Lo Strano Mondo di Minù” mentre gli altri si sporcavano del sangue dei “Cavalieri dello Zodiaco”. Coprivo di regali le mie fidanzatine alle elementari perché preferivo vederle ridere piuttosto che scambiarmi le figurine di Fonseca e Vierchowod.

Sarà che crescendo ho capito quanta intelligenza c’è in quei crani coperti di capelli lunghi, quanto amore nelle cose ci mettete, quanta razionalità (a tratti eccessiva) mettete nelle cose che fate.

E poi c’è lo stereotipato discorso delle mamme, il pancione, il dolore del parto, la stanchezza mai dichiarata, le buste della spesa portate come se fosse aria, l’eterna pazienza, l’organizzazione manco foste militari svizzeri.

Detto questo, rimane comunque il fatto che non vi capirò MAI. Credo che nessuno riuscirà mai davvero a capirvi, perché in quei cervelli frulla un mondo, una galassia, e noi abbiamo giusto due meteoriti nel cranio che spesso nemmeno si salutano, quando s’incrociano.
A volte, se cerco di capirvi, mi sembro uno dei tanti che tenta di risolvere quella formula matematica infinita di “Will Hunting”, e come nel film poi arriva il belloccio che la risolve e voi siete tutte “oooooooooooh!!” ma in realtà lui l’ha fatto d’istinto, perché poi dopo non riuscirà più a gestirvi. Ma questi son altri discorsi.

Ribadisco, vi voglio bene. Ma vi voglio bene tutto l’anno, non oggi e basta.

A mia madre voglio bene da sempre, perché mi sopporta, mi aiuta, mi consiglia, mi cazzia, e pure se a volte non ascolta quello che dico e ripete seeeeeeempre le stesse cose, me ne sbatto. Si vabbè, la mamma è la mamma, s’è capito. A mia nonna volevo un bene che manco lo scrivo qui. Mia zia è donna donna, voglio bene a lei ed alla sua eleganza nell’affrontare la vita. Voglio bene pure a Cesca, che sotto sotto così donna non è ma che quando esce fuori la sua parte femminile è il mix perfetto che ha il nome di “migliore amica”. E poi tutte quelle che conosco, tutte, dalla più sensuale alla più maschiaccia.

E poi c’è quell’angolino rosa èllòkitti dentro di me che mi piace un sacco, perché non è mai sfociato in omosessualità (ma non sarebbe stato meglio?), ma soprattutto perché mi fa stare più in sintonia col mondo in generale. E poi me piace.

Siete belle come il sole, non c’è un cazzo da fare. Oggi è solo il giorno in cui pensate di essere sulla bocca di tutte, ma credetemi che nel nostro cervello siete sempre presenti.

Per fortuna purtroppo.

E poi, avete tette e vagina.

Ah!!

 

Tette e vagina.

2 pensieri su “L’Altra Metà Del Cielo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.